Come disporre i mobili per il soggiorno

Se visiti molte case americane, noterai che i mobili del soggiorno sono spesso spinti contro le pareti, lasciando una grande quantità di spazio vuoto. Questo è un errore di decorazione comune, poiché spesso si crede che questo farà sembrare una stanza più grande e che nessuno voglia guardare il retro di un divano.

Naturalmente, semplicemente non è così. Invece di soddisfare i tuoi obiettivi di design, la stanza finisce per sembrare incompiuta e non molto accogliente. Piuttosto che trovare uno spazio invitante in cui i mobili sono disposti ad arte e con cura, sembra casuale, come se stessi aspettando che qualcuno entri e pulisca i pavimenti.

Disporre i mobili per gli spazi del soggiorno non è così difficile come sembra. Con poche solide tecniche di progettazione, puoi trasformare facilmente e rapidamente il tuo soggiorno in uno in cui adorerai passare il tempo.

La maggior parte degli esperti di design consiglia di scegliere un punto focale per la stanza. Può essere un mobile particolarmente suggestivo, una vetrata con una splendida vista o un caminetto spettacolare. Vuoi costruire su questo punto focale naturale piuttosto che cercare di crearne altri che competeranno con esso. I tuoi mobili dovrebbero essere disposti in modo naturale attorno a questo punto focale.

Una volta che hai il punto focale, scopri come dovrebbero essere disposti i mobili in modo che promuovano la conversazione ma non sia formale. Dovrebbe essere centrato attorno al punto focale. Se hai un soggiorno ampio, potresti suddividerlo in aree più piccole. Ad esempio, puoi creare un’area salotto principale con un divano e un divanetto e utilizzare due sedie occasionali più piccole e un tavolo per creare un angolo di conversazione tranquillo.

Inizia mettendo per primi i pezzi più grandi e non aggiungere nessuno dei pezzi minori finché non ti sembra giusto. Quindi aggiungi un pezzo alla volta. Cerca l’equilibrio e la simmetria, ma non la noia. Non è necessario che tutto sia in perfetto allineamento o con un angolo di 90 gradi. Mentre puoi posizionare sedie simili a entrambe le estremità di un divano, puoi anche metterle insieme su un’estremità, se hai qualcos’altro sull’altra che creerà un equilibrio visivo. Una volta che la stanza sembra equilibrata, puoi aggiungere i tavoli e le lampade più piccoli, sapendo che si baseranno sull’aspetto della stanza, non distrarti da esso.

I posti a sedere nel soggiorno non dovrebbero essere a più di 8 piedi di distanza. Se lo è, ti sarà difficile portare avanti una conversazione. I tavolini da caffè dovrebbero essere a circa 18 pollici dal divano e vuoi che i tavolini abbiano la stessa altezza della sedia o del divano a cui si trova accanto.

Non dimenticare di lasciare spazio per un facile accesso. È meglio lasciare fuori un mobile come un tavolino piuttosto che far sentire angusta la corsia di marcia. Le principali corsie di circolazione nella stanza dovrebbero avere diversi piedi di spazio per favorire un facile movimento. Le corsie di traffico secondarie possono essere larghe da 18 pollici a due piedi, come lo spazio tra un ottomano e un tavolino.

L’arte di organizzare un soggiorno non è una scienza. Mentre sposti i pezzi, inizierai a sentire quando l’equilibrio e l’armonia sono stati raggiunti nella stanza. È allora che è il momento di fermarsi e prendere fiato. In effetti, prima di aggiungere tutte le decorazioni minori come vasi, opere d’arte e soprammobili, potresti voler vivere con la stanza per una settimana circa per vedere se ci sono modifiche che vuoi apportare prima di finalizzare la disposizione e riempirla .

E se hai mobili pesanti, come grandi divani, librerie o un pianoforte, potresti voler usare un room planner online o ricorrere alla buona vecchia carta millimetrata per fare un disegno in scala della stanza. In questo modo puoi spostare facilmente i mobili sulla carta prima di impegnarti nel lavoro di rottura di spostare un pezzo pesante a un’estremità della stanza e viceversa mentre cerchi di trovare la simmetria e l’equilibrio che dice, sei a casa!

La scelta di tavolini da caffè e tavolini non è una priorità per la maggior parte delle persone quando iniziano ad arredare le loro case, e anche i proprietari di case più maturi spesso li considerano come extra che richiedono poca considerazione. Sia che tu stia arredando la tua prima casa o che stia pensando di rinnovare i mobili vecchi e appassiti che usi da più anni di quanto puoi sopportare di considerare, ecco alcuni suggerimenti che potrebbero aiutarti.

Innanzitutto, perché hai bisogno di tavolini da caffè e tavolini – o uno di questi? Molti li usano semplicemente per lo spettacolo e raramente per il caffè. Altri li usano solo quando hanno ospiti mentre altri ancora li usano effettivamente nel corso di una normale giornata per il loro uso primario previsto.

In alcuni casi, è possibile acquistare tali tavoli da abbinare ai mobili esistenti o, se rinnovando completamente i mobili del soggiorno, possono essere inclusi in una collezione. In quest’ultimo caso la tua scelta è semplice, ma se no? Che cosa succede se stai cercando un tavolino da caffè o un tavolino da caffè che non fa parte di un set, ma senti di aver bisogno di uno o di entrambi per rendere completo il tuo soggiorno? Ecco alcuni suggerimenti.

Dimensioni dei tavoli occasionali

È aperto al dibattito quale sia il più importante: l’aspetto e la sensazione dei tuoi tavoli occasionali o le loro dimensioni. Forse le dimensioni sono irrilevanti se trovi un superbo tavolino da caffè che si abbina perfettamente ai tuoi mobili. Forse quel tavolino dall’aspetto superbo è l’ideale per il tuo divano o le tue poltrone. Dimentica le loro taglie: stanno benissimo quindi compriamole!

È così? Per prima cosa devi considerare lo scopo di questi tavoli occasionali, perché questo è ciò che sono generalmente conosciuti come – tavoli occasionali – tavoli che verranno usati occasionalmente, o almeno questa è una spiegazione del loro nome. E se il tavolino fosse molto al di sotto dell’altezza del bracciolo della tua poltrona? Ti sentiresti a tuo agio ad allungarti per prendere una tazza o un bicchiere?

Un tavolino ha lo scopo di consentire alle persone sedute su una poltrona di raggiungere facilmente le loro bevande, stuzzichini o libri e giornali senza doversi chinare sul lato della sedia per farlo. Lo stesso con un tavolino da caffè: dovrebbe essere posizionato ad un’altezza comoda. La tua prima priorità dovrebbero quindi essere le dimensioni del tuo caffè e tavolini.

Naturalmente, semplicemente non è così. Invece di soddisfare i tuoi obiettivi di design, la stanza finisce per sembrare incompiuta e non molto accogliente. Piuttosto che trovare uno spazio invitante in cui i mobili sono disposti ad arte e con cura, sembra casuale, come se stessi aspettando che qualcuno entri e pulisca i pavimenti.

Disporre i mobili per gli spazi del soggiorno non è così difficile come sembra. Con poche solide tecniche di progettazione, puoi trasformare facilmente e rapidamente il tuo soggiorno in uno in cui adorerai passare il tempo.

La maggior parte degli esperti di design consiglia di scegliere un punto focale per la stanza. Può essere un mobile particolarmente suggestivo, una vetrata con una splendida vista o un caminetto spettacolare. Vuoi costruire su questo punto focale naturale piuttosto che cercare di crearne altri che competeranno con esso. I tuoi mobili dovrebbero essere disposti in modo naturale attorno a questo punto focale.

Una volta che hai il punto focale, scopri come dovrebbero essere disposti i mobili in modo che promuovano la conversazione ma non sia formale. Dovrebbe essere centrato attorno al punto focale. Se hai un soggiorno ampio, potresti suddividerlo in aree più piccole. Ad esempio, puoi creare un’area salotto principale con un divano e un divanetto e utilizzare due sedie occasionali più piccole e un tavolo per creare un angolo di conversazione tranquillo.

Inizia mettendo per primi i pezzi più grandi e non aggiungere nessuno dei pezzi minori finché non ti sembra giusto. Quindi aggiungi un pezzo alla volta. Cerca l’equilibrio e la simmetria, ma non la noia. Non è necessario che tutto sia in perfetto allineamento o con un angolo di 90 gradi. Mentre puoi posizionare sedie simili a entrambe le estremità di un divano, puoi anche metterle insieme su un’estremità, se hai qualcos’altro sull’altra che creerà un equilibrio visivo. Una volta che la stanza sembra equilibrata, puoi aggiungere i tavoli e le lampade più piccoli, sapendo che si baseranno sull’aspetto della stanza, non distrarti da esso.

I posti a sedere nel soggiorno non dovrebbero essere a più di 8 piedi di distanza. Se lo è, ti sarà difficile portare avanti una conversazione. I tavolini da caffè dovrebbero essere a circa 18 pollici dal divano e vuoi che i tavolini abbiano la stessa altezza della sedia o del divano a cui si trova accanto.

Non dimenticare di lasciare spazio per un facile accesso. È meglio lasciare fuori un mobile come un tavolino piuttosto che far sentire angusta la corsia di marcia. Le principali corsie di circolazione nella stanza dovrebbero avere diversi piedi di spazio per favorire un facile movimento. Le corsie di traffico secondarie possono essere larghe da 18 pollici a due piedi, come lo spazio tra un ottomano e un tavolino.

L’arte di organizzare un soggiorno non è una scienza. Mentre sposti i pezzi, inizierai a sentire quando l’equilibrio e l’armonia sono stati raggiunti nella stanza. È allora che è il momento di fermarsi e prendere fiato. In effetti, prima di aggiungere tutte le decorazioni minori come vasi, opere d’arte e soprammobili, potresti voler vivere con la stanza per una settimana circa per vedere se ci sono modifiche che vuoi apportare prima di finalizzare la disposizione e riempirla .

E se hai mobili pesanti, come grandi divani, librerie o un pianoforte, potresti voler usare un room planner online o ricorrere alla buona vecchia carta millimetrata per fare un disegno in scala della stanza. In questo modo puoi spostare facilmente i mobili sulla carta prima di impegnarti nel lavoro di rottura di spostare un pezzo pesante a un’estremità della stanza e viceversa mentre cerchi di trovare la simmetria e l’equilibrio che dice, sei a casa!

La scelta di tavolini da caffè e tavolini non è una priorità per la maggior parte delle persone quando iniziano ad arredare le loro case, e anche i proprietari di case più maturi spesso li considerano come extra che richiedono poca considerazione. Sia che tu stia arredando la tua prima casa o che stia pensando di rinnovare i mobili vecchi e appassiti che usi da più anni di quanto puoi sopportare di considerare, ecco alcuni suggerimenti che potrebbero aiutarti.

Innanzitutto, perché hai bisogno di tavolini da caffè e tavolini – o uno di questi? Molti li usano semplicemente per lo spettacolo e raramente per il caffè. Altri li usano solo quando hanno ospiti mentre altri ancora li usano effettivamente nel corso di una normale giornata per il loro uso primario previsto.

In alcuni casi, è possibile acquistare tali tavoli da abbinare ai mobili esistenti o, se rinnovando completamente i mobili del soggiorno, possono essere inclusi in una collezione. In quest’ultimo caso la tua scelta è semplice, ma se no? Che cosa succede se stai cercando un tavolino da caffè o un tavolino da caffè che non fa parte di un set, ma senti di aver bisogno di uno o di entrambi per rendere completo il tuo soggiorno? Ecco alcuni suggerimenti.

Dimensioni dei tavoli occasionali

È aperto al dibattito quale sia il più importante: l’aspetto e la sensazione dei tuoi tavoli occasionali o le loro dimensioni. Forse le dimensioni sono irrilevanti se trovi un superbo tavolino da caffè che si abbina perfettamente ai tuoi mobili. Forse quel tavolino dall’aspetto superbo è l’ideale per il tuo divano o le tue poltrone. Dimentica le loro taglie: stanno benissimo quindi compriamole!

È così? Per prima cosa devi considerare lo scopo di questi tavoli occasionali, perché questo è ciò che sono generalmente conosciuti come – tavoli occasionali – tavoli che verranno usati occasionalmente, o almeno questa è una spiegazione del loro nome. E se il tavolino fosse molto al di sotto dell’altezza del bracciolo della tua poltrona? Ti sentiresti a tuo agio ad allungarti per prendere una tazza o un bicchiere?

Un tavolino ha lo scopo di consentire alle persone sedute su una poltrona di raggiungere facilmente le loro bevande, stuzzichini o libri e giornali senza doversi chinare sul lato della sedia per farlo. Lo stesso con un tavolino da caffè: dovrebbe essere posizionato ad un’altezza comoda. La tua prima priorità dovrebbero quindi essere le dimensioni del tuo caffè e tavolini.

Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *